DailyItalia|martedì, settembre 26, 2017
Ora sei in: Home » Esteri » 11/9, oggi l’anniversario più brutto degli Stati Uniti

11/9, oggi l’anniversario più brutto degli Stati Uniti 

Oggi le celebrazioni per ricordare della strage. Ma le minaccia terroristica non è ancora diminuita.

11sett

Le immagini di uomini e donne che si lanciano da un grattacielo di New York sono una delle tante scene di quell’11 settembre 2001. Una data che è passata alla storia come l’attentato più grave agli Stati Uniti degli ultimi decenni. In città si terranno alcune manifestazioni per ricordare l’evento in varie piazza newyorkesi , tra cui il Memorial Plaza, luogo in cui si ergevano le twin tower . Nel minuto di silenzio Obama si trovava al Pentagono, sul quale, sempre l’11 settembre, è stato dirottato un terzo aereo.

Il ricordo del terrorismo è ancora vivo. Ma non solo il ricordo. Il capo della polizia di New York Raymond Kelly avverte che “le minacce per New York sono uguali se non maggiori a quelle precedenti all’11 settembre”. E’ viva e brucia ancora alla diplomazia statunitense la morte dell’ambasciatore americano Chris Stevens, ucciso un anno fa in un attentato a Bengasi. 

 Subito dopo le celebrazione per l’11/9, Obama ha tenuto un discorso alla nazione a favore dell’intervento in Siria, accusando Assad di aver usato armi chimiche durante la guerra civile in corso. Obama ha dichiarato che “gli Stati Uniti non possono far finta di niente di fronte all’uccisione di bambini con i gas”, anche se ammette tuttavia che “dopo l’Iraq e l’Afghanistan il Paese è stanco di guerre”. 

Ti potrebbe interessare anche:

Aggiungi un commento

Informazioni sull’autore

Gabriele Db
Questo articolo è stato scritto il 11/09/2013