DailyItalia|giovedì, dicembre 14, 2017
Ora sei in: Home » Cultura e società » A Roma Corti and Cigarettes: il Festival internazionale del corto

A Roma Corti and Cigarettes: il Festival internazionale del corto 

È stato presentato oggi il Festival Internazionale del Cortometraggio Corti and Cigarettes, giunto alla sua VI edizione e diretto da Marco Costa.

L’evento avrà luogo all’Auditorium Conciliazione di Roma il 5 e il 6 ottobre e, grazie al successo delle scorse edizioni, contribuirà a una diffusione ancora più capillare dei migliori cortometraggi provenienti da tutto il mondo. I veri protagonisti saranno i registi emergenti, che cercheranno di affermare la propria personalità tra nomi più conosciuti. L’iniziativa permetterà anche ai critici ufficiali di incontrare gli esponenti della critica cinematografica on-line. Il web, che ha consentito anche in questo settore di abbassare i costi e ad allargare il bacino di utenze, avrà un ruolo centrale all’interno del festival: chiunque potrà vedere le opere in concorso e partecipare a dibattiti virtuali sul sito. L’obiettivo è quello di creare uno scambio dinamico tra registi, case produttrici e pubblico, con un’apertura particolare nei confronti della sperimentazione e della novità. Il programma delle due giornate si prospetta molto intenso, le proiezioni saranno intervallate da conferenze e da incontri con gli autori. L’attenzione non sarà posta soltanto sui cortometraggi in gara, ma anche sulle interessanti rassegne riguardanti le web series, i corti girati con gli smartphone e le risorse paesaggistiche del Mediterraneo, con la MedShort.

 

2013-Corti-and-Cigarettes-Alice-Bellagamba-Andrea-Dianetti-Monica-Scattini-Marco-Costa

 

Il Festival Internazionale del Cortometraggio Corti and Cigarettes, ha ottenuto l’approvazione e la partecipazione del Presidente della Repubblica. Divenuto ormai un appuntamento fisso nel panorama  artistico e culturale italiano è, inoltre, aperto a tutti e completamente gratuito.

 

Ti potrebbe interessare anche:

Aggiungi un commento

Informazioni sull’autore

Valentina Proserpio
Questo articolo è stato scritto il 02/10/2013