DailyItalia|martedì, dicembre 12, 2017
Ora sei in: Home » Cultura e società » Bologna children’s book fair

Bologna children’s book fair 

La fiera della letteratura per ragazzi, che si è conclusa il 27 marzo, è davvero un appuntamento importante per gli operatori nel settore dell’editoria, da non perdere!

Riconosciuta in tutto il mondo come l’evento da non perdere per tutti coloro che si occupano di contenuti culturali per ragazzi, alla Fiera del Libro sono ammessi unicamente gli operatori del settore: editori, autori, illustratori, traduttori, agenti letterari, business developer, licensor e licensee, packager, stampatori, distributori, librai, bibliotecari, insegnanti, fornitori di servizi editoriali.

Gli operatori del mercato globale del copyright possono trovare in questa Fiera l’ambito ideale in cui sviluppare al meglio le proprie attività quali vendere e acquistare copyright, scegliere i migliori contenuti dell’offerta editoriale e multimediale globale per ragazzi, sviluppare nuovi contatti e consolidare rapporti professionali, scoprire nuove opportunità di business e confrontarsi con le nuove tendenze del settore.

La Fiera si svolge in un’area espositiva di 20.000 metri quadri e presenta a visitatori ed espositori un layout agilmente fruibile. L’edizione 2013 ha visto 1.200 espositori provenienti da tutto il mondo, 25.000 operatori, 75 Paesi presenti. E’ facilmente intuibile come essa rappresenti un’occasione di business imprescindibile a livello globale, quest’anno il paese ospite d’onore è stato il Brasile.

Un’occasione unica anche per i traduttori, in quanto all’interno della fiera è presente (padiglione 30 A), il centro traduttori, dove è possibile seguire interessanti seminari, prendere contatti con gli editori, e registrarsi nel data base. Degno di nota è il concorso per traduttori alle prime armi “Inaltreparole” che alla IV edizioni oramai, prevedeva quest’anno la traduzione di un frammento di Manolito, libro di Elvira Lindo per traduttori specializzati in Spagnolo o Portoghese. La premiazione si è tenuta il 27 marzo alle ore 12 presso il cafè dei traduttori, e ha visto la vittoria di Ada Milani per il portoghese, e Elena Andreani e Mirta Cimmino come ex equo per lo spagnolo.

Sicuramente un modo per farsi conoscere e prendere contatti con case editrici provenienti da tutto il mondo, tra l’altro era possibile consultare, fotocopiare e acquistare ogni tipo di libro o illustrazione, senza contare il materiale informativo gratuito offerto a tutti i visitatori della fiera da tutti gli stand. Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito http://www.bookfair.bolognafiere.it/la-fiera/895.html.

 

Ti potrebbe interessare anche:

Aggiungi un commento

Informazioni sull’autore

Carmelinda Potenza
Questo articolo è stato scritto il 31/03/2014