DailyItalia|martedì, agosto 22, 2017
Ora sei in: Home » News » Champions League, Sneijder elimina la Juventus

Champions League, Sneijder elimina la Juventus 

Nella neve di Istanbul, un guizzo dell’olandese a 5 dal termine fa esplodere i tifosi turchi e manda la Juventus in Europa League.349345_heroa

Proprio quando il peggio sembrava essere passato, ecco crollare in pochi secondi il sogno di una Juventus grande in Europa, oltre che in Italia. In un clima surreale, in uno stadio di ultima generazione messo in ginocchio dalla neve, con un terreno di gioco francamente vergognoso per l’alto livello della competizione, in un match diviso su due giorni (ieri la partita era stata sospesa al 33′), la Juventus crolla a un passo dal traguardo: festeggiano Mancini e i suoi, Sneijder regala al Galatasaray gli ottavi di finale di Champions League.

La partita è molto combattuta, si lotta su ogni pallone, soprattutto perché in alcune zone del campo ogni movimento diventa fondamentale: il pallone non gira, scivola, si ferma, rimbalza male. Diventa difficile non solo costruire azioni pericolose, ma restare in piedi. E così sono pochissime le occasioni degne di nota: dopo i 10 minuti che concludono il primo tempo, la ripresa vede grande protagonista Drogba. Col senno di poi, pensare che lo scorso anno la Juventus al suo posto prese Anelka fa venire i brividi. L’ivoriano gioca una partita sontuosa, tiene in apprensione la difesa bianconera arrivando su tutti i lanci lunghi della sua difesa e sfiorando il gol: al 58′ la sua rasoiata dal limite dell’area è stoppata da un grandissimo intervento di Buffon. Cresce la Juventus, però, che col passare dei minuti sembra sempre più in controllo della partita e, anzi, va vicina al gol con un tentativo di Marchisio al termine di un’ottima azione corale e con un tentativo di Vidal su uno schema da fermo. Quando ormai si vede la fine di una lunga e nevosa sofferenza (Conte nell’intervallo urla all’arbitro Proenca: “Questo non è calcio!”), ecco la beffa: lancio dalle retrovia, sponda, l’ennesima, di Drogba, Chiellini guarda il pallone senza seguire Sneijder, che si inserisce alla perfezione, calcia tra le gambe di Bonucci in chiusura disperata e insacca nell’angolino basso. Un colpo da biliardo, imparabile per Buffon. I restanti 5 minuti più recupero praticamente non si giocano: Conte getta nella mischia Quagliarella e Giovinco, ma i turchi sono bravissimi e irritanti nel perdere tempo fino al fischio finale. Giornata amarissima per la Juventus, che ha comunque giocato una buona partita in un campo improponibile. Pesano però come macigni il pareggio di Copenaghen e il pari subito allo scadere nella partita d’andata contro i turchi. Ora sarà Europa League.

Le altre squadre qualificate ieri sera sono Real Madrid, Paris Saint-Germain, Olympiakos, Bayern Monaco, Manchester City, Manchester United, Bayer Leverkusen. Stasera tocca a Milan e Napoli.

Ti potrebbe interessare anche:

Aggiungi un commento

Informazioni sull’autore

Matteo Villa
Questo articolo è stato scritto il 11/12/2013