DailyItalia|giovedì, ottobre 19, 2017
Ora sei in: Home » News » DailyItalia Book, i consigli editoriali di fine novembre direttamente dal nostro magazine on line.

DailyItalia Book, i consigli editoriali di fine novembre direttamente dal nostro magazine on line. 

Buongiorno a tutti e ben ritrovati amici lettori! Come avete passato questa settimana? Bene? Avete letto? Bè, correte di nuovo in libreria allora, il mondo dell’editoria non smette mai di proporci alternative allettanti per passare il tempo in maniera costruttiva, con una bella coperta, una cioccolata calda, un camino acceso e un buon libro a portata di mano. 3, 2, 1, Via alla classifica!

-Primo posto per “Eccoci qui”, Dorothy Parker, Astoria. Il libro è scritto con dieci racconti introparker-eccoci-piattavabili ormai da anni , tra cui “Una bella bionda”, considerato il capolavoro della Parker, e “Composizione in bianco e nero”, una delle più feroci ed efficaci descrizioni del razzismo della buona società . Entrambi mostrano la straordinaria abilità della scrittrice nel cogliere tutte le sfumature dell’animo americano.
Dorothy Parker non si limita a rivelare le ipocrisie, vanità, miti e fobie dei suoi personaggi, ma li trafigge, con uno stile impietoso, estremamente divertente e, spesso, triste. Una donna creativa la cui passi
one per l’infelicità non aveva limiti. Ritrae con acre ironia pregiudizi e conformismi del mondo alto borghese, scrivendo per le donne di cui capiva la rabbia dalla a alla z. Scoprire o riscoprire Dorothy Parker è un piacere che consiglio a tutte/i, l’ironia con cui descrive i veloci tratti della pagine di vita quotidiana della borghesia americana degli anni delle guerre, è folgorante è inimitabile.

-Un secondo posto per “Se muore il sud”, di Stella e Rizzo edizioni Feltrinelli. Questo9788807070327 è un libro-documentario, un’inchiesta serrata, appassionata, contundente.  Racconta di fatti, numeri, storie e aneddoti irresistibili. I due autori denunciano una situazione insopportabile, inchiodando una classe politica corrotta e irresponsabile. Che dire? Proprio a passo con i tempi, purtroppo. Consigliato agli intellettuali, ai giornalisti o/e aspiranti tali, ai curiosi. Una terra meravigliosa che poteva essere la fonte principale di ricchezza per il nostro paese, è diventata scenario della malavita e della corruzione. Da leggere assolutamente.

-“Un marito all’ora del tè”, Marjan Kamali, Giunti editore. Al terzo posto una storia più leggun-marito-allora-de-te-cop-h600p-3X9JYWZWera, la protagonista Darya cerca il marito perfetto iraniano, per la figlia Mina cresciuta a New York. La ragazza invece, sogna un futuro diverso da artista underground, tutto fuorché un matrimonio combinato. Un viaggio insieme nella terra di origini le farà riavvicinare e conoscersi, due culture a confronto e due generazioni che faticano a comunicare, molto moderno e attuale consigliato a chi vuole fare una lettura più soft e  meno impegnativa. Curiosi? Andate in libreria J

-Anche oggi siamo giunti al termine della nostra rubrica con il quarto e ultimo libro consigliato. “Ultimo posto”, Miriam Toews, edizioni Marcos y Marcos. (Sembra fatto apposta, lo so! Ma non è così :D) Un’umanità buffa e sognante anima Algren, cittadina in lizza per essere la più piccola del Canada con solo 1550 abitanti. Non devono essere né uno di più né uno Un-tipo-a-posto_minidi meno per avere la palma e l’ambita visita del primo ministro. Ma gli imprevisti della vita, della morte e del cuore, non si possono fermare ne prevedere…..si, bello. Il resto lo trovare nel libro.

Il Dailybook vi augura una buona giornata, sorridete, fate colazione, uscite…. e andate in libreria! Stay hungry stay foolish people, alla prossima!

Ti potrebbe interessare anche:

Aggiungi un commento

Informazioni sull’autore

Carmelinda Potenza
Questo articolo è stato scritto il 29/11/2013