DailyItalia|mercoledì, agosto 23, 2017
Ora sei in: Home » Cronaca » Elisa Claps

Elisa Claps 

 20 anni fa scompariva la diciasettenne Elisa Claps.

Oggi 12 settembre 2013, ricorre l’anniversario della scomparsa della giovane ragazza nella città di Potenza. Era una domenica mattina ed Elisa si stava recando a messa. Messa dalla quale non sarebbe più uscita. Il suo corpo sarà ritrovato solo il 17 marzo del 2010, ben 17 anni dopo, nel sottotetto della chiesa delle Santissima Trinità, una scoperta che lasciò tutta la città senza parole.elisa_claps_corpo1-thumb

Anni di silenzi, di dolori, di depistaggi, unico indiziato Danilo Restivo, che ricordiamo venne condannato anche per un altro omicidio avvenuto nel regno unito, della sua vicina di casa Heather Barnett. L’11 novembre del 2010, Danilo Restivo viene condannato in primo grado dal tribunale di Salerno a 30 anni di reclusione per aver ucciso Elisa.

Svariate trasmissioni televisive da “chi l’ha visto” a “quarto grado”, hanno trattato la vicenda: chi ha coperto Danilo Restivo?  Perché 20 anni di silenzio? Cosa è successo davvero?. Lasciamo però un attimo la parte investigativa e pensiamo al dolore di una madre, allo strazio di una famiglia che ha visto andare via per sempre una ragazzina di 17 anni, senza colpe, senza un perché, almeno rendiamole giustizia in maniera dignitosa ricostruendo tutta la vicenda e facendo pagare tutti i colpevoli con le pene che si meritano, senza sconti. Un saluto e un omaggio a Elisa, un abbraccio alla famiglia Claps, con l’augurio che presto si scoprirà tutta la verità.

Ti potrebbe interessare anche:

Aggiungi un commento

Informazioni sull’autore

Carmelinda Potenza
Questo articolo è stato scritto il 12/09/2013