DailyItalia|giovedì, ottobre 19, 2017
Ora sei in: Home » News » Europa League, vittorie sofferte per Fiorentina e Lazio

Europa League, vittorie sofferte per Fiorentina e Lazio 

I viola rimontano allo scadere sul Pandurii e strappano il pass per i sedicesimi di finale. La Lazio batte 2-1 l’Apollon e si avvicina al passaggio del turno.195603647-d349884c-08d2-4829-bc09-0286c564f81a

Il calcio moderno non si ferma mai e negli ultimi anni, giocando ogni tre giorni, le squadre italiane hanno sempre messo in secondo piano una competizione comunque prestigiosa come l’Europa League. Quest’anno la situazione è diversa: Fiorentina e Lazio, pur effettuando un ampio turnover e sperimentando nuove soluzioni tattiche, stanno onorando la manifestazione europea.

I viola, scesi in campo alle 19.00 contro il Pandurii, formazione rumena, puntano sul giovane brasiliano Ryder Matos al centro dell’attacco, supportato da Iakovenko e Joaquin, e schierano Cuadrado da mezzala a centrocampo. Dopo un buon avvio gigliato, sono i rumeni a passare con una rovesciata splendida di Eric Pereira che si insacca alle spalle di Munua. La squadra di Montella accusa il colpo e rischia di crollare, ma i rumeni non ne approfittano.
Nella ripresa Montella schiera Borja Valero e Ilicic, per poi far esordire anche il giovane Capezzi, classe 1995. E al minuto 86 cambia la partita: azione devastante di Cuadrado sulla destra, cross in mezzo per Matos che insacca e risveglia la Fiorentina, che prima viene fermata da due interventi del portiere Mingote, poi trova il gol del sorpasso con Borja Valero. Gol pesantissimo, che apre per i gigliati le porte dei sedicesimi di finale.

Stesso punteggio per la Lazio, ma partita molto diversa. Petkovic, per riscattare la squadra dal brutto momento in campionato, punta sul giovane Keita, ex canterano del Barcellona: la scelta paga, perché il diciottenne ivoriano sforna due assist perfetti trasformati in gol da Floccari. La partita sembra in discesa, ma una disattenzione difensiva porta al gol di Papoulis che riapre i giochi. I biancocelesti soffrono e vanno vicini a subire il gol del pari, ma si salvano soprattutto grazie a una splendida parata di Berisha ancora su Papoulis. Tre punti che sono ossigeno puro per la Lazio, che ora punta a rialzare la testa anche in Serie A.

Ti potrebbe interessare anche:

Aggiungi un commento

Informazioni sull’autore

Matteo Villa
Questo articolo è stato scritto il 08/11/2013