DailyItalia|martedì, dicembre 12, 2017
Ora sei in: Home » Tecnologia » Gli smartphone sorpassano i cellulari tradizionali

Gli smartphone sorpassano i cellulari tradizionali 

di Luca Salvatore Pavone

smartphone

Lo storico sorpasso nel secondo trimestre 2013. Gli italiani comprano lo smartphone usare fotocamera e social network.

E’ il secondo trimestre 2013 a segnare lo storico sorpasso: le vendite degli smartphone hanno superato quelle dei tradizionali cellulari con un +55%.. La notizia è stata data dalla Gartner e confermata poi da una ricerca Ericsson. 

Le cifre. Considerando l’intero pianeta, sono stati venduti 435 milioni di dispositivi, di cui 225 milioni proprio di smartphone che si portano così a un più 46.5% rispetto al secondo trimestre 2012. I tradizionali telefoni cellulari invece hanno visto un drastico calo del 21% (sempre in relazione allo stesso trimestre dello scorso anno) con “soli” 210 milioni di dispositivi venduti.

La notizia può sorprendere i più, ma dobbiamo anche considerare che ormai gli smartphone cominciano ad essere presenti anche nella fascia medio-bassa, tra cui primeggia Samsung come produttrice e come detentrice di maggior numero di dispositivi venduti con 31.7% del mercato smartphone, per un totale di 71 milioni di dispositivi. Segue la Apple con il 14.2% (in calo rispetto al 2012 nel quale deteneva il 18.8%) e 31 milioni di iPhone venduti.

E poi, come spesso accade, spiccano gli italiani. Infatti l’italia si mantiene in linea con le percentuali mondiali (53% di smartphone sui cellulari) e dalla ricerca è emerso che gli italiani possessori di smartphone lo sono soprattutto per via delle fotocamere avanzate e per i social networkBasti pensare che su 24 milioni di italiani iscritti su Facebook 15 sono dagli smartphone.

Insomma, ci avviamo sempre più verso un futuro all’avanguardia dove il vecchio “Snake” sui Nokia rimarrà solo un bellissimo ricordo in bianco e nero.

Ti potrebbe interessare anche:

Risposte a Gli smartphone sorpassano i cellulari tradizionali

  1. dino sauro

    era ora direi

     

Aggiungi un commento

Informazioni sull’autore

Federica
Questo articolo è stato scritto il 03/09/2013