DailyItalia|martedì, settembre 26, 2017
Ora sei in: Home » Lifestyle » Il segreto di Messi? Secondo Romario è “grande perché autistico”

Il segreto di Messi? Secondo Romario è “grande perché autistico” 

Secondo l’ex attaccante brasiliano il campione Messi sarebbe afflitto da una forma particolare di autismo. Secca la smentita del padre che minaccia una denuncia per diffamazione. 

messi

Secondo Romario, Messi “ha lo sguardo che sembra non guardi, ma in realtà si concentra sull’obiettivo in modo totale”.  E’ lo sguardo un po’ perso, ma in verità concentratissimo, di un campione che ci regala momenti di grande magia. Il grande talento argentino, tuttavia, “ha la sindrome di Asperger – continua l’ex calciatore brasiliano Romario –  lieve forma di autismo che conferisce il dono di una focalizzazione e una concentrazione più grandi di tutto e tutti”.

Questo sarebbe dunque il segreto di Messi. Una forma di autismo particolare, la sindrome di Asperger, che a quanto pare anche geni come Einstein e Newton ne soffrivano. Soffrivano però fino a un certo, perché la sindrome, a quanto pare,  ha anche effetti positivi come quello di favorire la concentrazione.

Il padre del campione argentino è però contrario al fatto che il figlio venga dichiarato autistico, minacciando di ricorrere per via legale contro le dichiarazioni di Romario. Il quale si difende citando uno studio della rivista brasiliana Exame, che proprio pochi mesi  fa ha pubblicato un articolo su Messi e su come il calciatore soffrisse di questa sindrome. “E proprio in funzione dell’autismo – si legge nell’articolo – cerca di sfuggire alle pressioni delle interviste, dalle discoteche e, persino nella pubblicità, appare goffo mentre dice «listo», pronto»”. 

Ti potrebbe interessare anche:

Aggiungi un commento

Informazioni sull’autore

Gabriele Db
Questo articolo è stato scritto il 10/09/2013