DailyItalia|martedì, settembre 26, 2017
Ora sei in: Home » Esteri » Iraq: attentati nei mercati a maggioranza sunnita

Iraq: attentati nei mercati a maggioranza sunnita 

Esplosioni a Baghdad, l’attacco più grave si registra a Saba’a al-Bour.

Iraq-bombe-a-Baghdad-almeno-56-morti_h_partb

BAGHDAD. Hanno perso la vita almeno 23 persone negli attentati a maggioranza sunnita dei quartieri musulmani di Baghdad. Il più grave attacco è stato registrato a Saba’a al-Bour, nella periferia nord di Baghdad. Da diversi anni l’Iraq è in preda alle tensioni fra i due gruppi principali dell’Islam: i sunniti e gli sciiti. Le divisioni fra i due rami risalgono alla morte di Maometto nel 631 d.C. Da allora i seguaci si spaccarono in coloro che credevano fosse utile affidare l’incarico di successore a Abu Bakr, il padre della moglie di Maometto, e tra coloro che credevano che il successore era da ricercare fra i familiari di Maometto, designando il cugino Alì. Il gruppo che faceva riferimento ad Abu Bakr venne designato come “sunnita”, mentre il gruppo in minoranza che faceva riferimento ad Alì venne designato come “sciita”. La comunità islamica con il tempo andò incontro ad una spaccatura che sfociò in violenze ed attacchi terroristici. 

Fonte: Ansa

Ti potrebbe interessare anche:

Aggiungi un commento

Informazioni sull’autore

Anna Montana
Questo articolo è stato scritto il 26/09/2013