DailyItalia|sabato, ottobre 21, 2017
Ora sei in: Home » Lifestyle » Make up low cost: kiko o essence?

Make up low cost: kiko o essence? 

La crisi si sa, non ha risparmiato proprio nessuno, ma niente paura per essere sempre al top con pochi euro, anche il make up si è adeguato con prodotti eccellenti e molto economici.

 Non tutte anzi, quasi nessuna di noi ahimè, può permettersi il lusso di usare i fantastici prodotti chanel, dior, o esteé lauder, ma le varie compagnie che producono brand di make up si sono attrezzate molto bene, tra i must ovviamente kiko ed essence. Chi vincerà la sfida? La kiko ha degli ombretti stratosferici, colori vibranti e luminosi, ma le matite non sono un granché, il mascara irrita un po’, (a molte persone), i rossetti non sono molto resistenti. In questo 2013 da poco concluso ho cominciato a utilizzare alcuni prodotti della essence, e sono rimasta super soddisfatta. Quando vedevo i prodotti di questa marca tutti colorati e con dei prezzi che non superavano i 5 euro, pensavo fossero dei trucchi giocattolo per bambine…non sto scherzando! E invece, provandoli, mi sono trovata benissimo.

Al modico prezzo di 2 euro e 99 centesimi ho risolto il problema delle occhiaie di prima mattina, con il duo cover match, due colori neutro che uso anche come primer sulle palpebre..è perfetto! Per il viso invece, ho risolto il mio più grande haul-sephora-essence-kiko-L-aCq4Bwproblema… la pelle lucida data dal fondotinta o crema colora, bb cream ecc ecc. La cipria trasparente delle essence a 4 euro e 99 centesimi, mi ha salvato la vita 😀 Da un effetto mat che dura tutta la giornata, (garantito) ne basta pochissima e la pelle è perfetta, certo il merito è  anche della bb cream della garnier che è profumatissima, idratante e leggera..insomma per non creare l’effetto “cerone” è l’ideale. Per un natural look a prova d’urto, provare per credere. Come potete ben vedere io ho già scelto… essence is the way! e voi?

Ti potrebbe interessare anche:

Aggiungi un commento

Informazioni sull’autore

Carmelinda Potenza
Questo articolo è stato scritto il 17/01/2014