DailyItalia|lunedì, dicembre 11, 2017
Ora sei in: Home » News » Serie A, i risultati dell’ottava giornata

Serie A, i risultati dell’ottava giornata 

La Roma vola a +5 sulle inseguitrici, la Fiorentina schianta in rimonta la Juventus, il Verona continua a sorprendere, mentre l’Inter stecca col Toro.rossi

Grande weekend di calcio in Serie A: tanti gol, tanto spettacolo, ben 11 calci di rigore battuti e una classifica che inizia a farsi pesante.

I RISULTATI

Roma-Napoli 2-0 (49′ pt, 71′ (R) Pjanic)
Cagliari-Catania 2-1 (5′ Bergessio, 26′ Ibarbo, 84′ Pinilla)
Milan-Udinese 1-0 (22′ Birsa)
Atalanta-Lazio 2-1 (41′ Cigarini, 54′ Perea, 84′ Denis)
Fiorentina-Juventus 4-2 (37′ (R) Tevez, 40′ Pogba, 66′ (R), 76′ Rossi, 78′ Joaquin, 80′ Rossi)
Genoa-Chievo 2-1 (22′ Gilardino, 47′ Bentivoglio, 50′ Gilardino)
Verona-Parma 3-2 (9′ Cacciatore, 19′ Parolo, 25′ Cassano, 61′, 88′ Jorginho (R))
Livorno-Sampdoria 1-2 (19′ (R) Eder, 92′ Siligardi, 96′ (R) Pozzi)
Sassuolo-Bologna 2-1 (12′ Berardi (R), 17′ Floro Flores, 34′ Diamanti (R))
Torino-Inter 3-3 (21′ Farnerud, 46′ pt Guarin, 53′ Immobile, 55′, 71′ Palacio, 90′ Bellomo)

ROMA IMBATTUTA, FIORENTINA INDOMITA, SORPRESA HELLAS, PAZZA INTER

In cima alla classifica resiste a punteggio pieno la Roma di Garcia, che si sbarazza 2-0 del Napoli di Benitez grazie a una doppietta su calcio piazzato di Pjanic. Unica nota stonata l’infortunio di Totti, che salterà la prossima sfida contro l’Udinese.
A 5 punti dalla capolista, oltre al Napoli, c’è la Juventus, che al Franchi di Firenze passa in vantaggio 2-0 con i gol di Tevez su rigore e di Pogba. Curiosità: entrambi festeggiano mimando una mitragliatrice, come faceva il bomber viola Batistuta. Esultanza che nel giro di 15 minuti si rivolta contro i bianconeri: sale in cattedra Pepito Rossi, autore di una tripletta che stende la Juve (di Joaquin l’altra rete). Ora il numero 49 viola è capocannoniere con 8 reti.
A 16 punti, con un punto di vantaggio su Fiorentina e Inter, troviamo la sorpresa Verona, che si sbarazza del Parma di Cassano grazie a due rigori di Jorginho, pezzo pregiato insieme a Iturbe della squadra di Mandorlini.
Dietro l’Hellas, l’Inter di Thohir stecca la prima partita della nuova presidenza pareggiando 3-3 a Torino: Cerci fallisce un rigore al 6′, ipnotizzato da Carrizo, ma l’Inter (in 10 per il rosso a Handanovic) passa in svantaggio due volte (prima Farnerud, poi Immobile dopo il pari momentaneo di Guarin); Palacio prima fa pari, poi segna il gol del sorpasso, ma una beffarda punizione di Bellomo al 90′ inganna il portiere argentino e lascia l’amaro in bocca ai nerazzurri.

LE ALTRE PARTITE

Il Milan, nel giorno del ritorno di Kakà a San Siro dopo 1609 giorni, scopre ancora una volta il sinistro magico di Valter Birsa, decisivo contro l’Udinese nonostante l’assenza di Balotelli e l’imprecisione di Matri e Niang.
Il Genoa di Gasperini ritrova la vittoria e soprattutto ritrova Gilardino, che con una doppietta schianta il Chievo di Sannino, che invece fatica a far carburare i suoi.
L’Atalanta batte la Lazio con un gol eccezionale del solito Tanque Denis, mentre il Livorno, dopo aver raggiunto il pari nel recupero contro la Samp, cade all’ultimo secondo con un rigore trasformato da Pozzi.
Il Cagliari vince nel giorno del ritorno al Sant’Elia con un gol di Pinilla (che fu l’ultimo a segnare in quello stadio), costringendo il Catania a cambiare allenatore: via Maran, dentro De Canio.
Infine, prima vittoria in A per il Sassuolo, che vince il derby emiliano con il Bologna, abbandonando l’ultimo posto ora occupato proprio dai felsinei.

Ti potrebbe interessare anche:

Aggiungi un commento

Informazioni sull’autore

Matteo Villa
Questo articolo è stato scritto il 21/10/2013