DailyItalia|giovedì, dicembre 14, 2017
Ora sei in: Home » Lifestyle » Shopping: solo compere o depressione?

Shopping: solo compere o depressione? 

Viene definito shopping compulsivo, o ,per meglio dire “oniomania” cioè mania degli acquisti. Affette da tale disturbo ,soprattutto le donne tra i 20 e i 50 anni.

actress-blair-blair-waldorf-chanel-christian-Favim.com-179824

Entrare in un negozio, scegliere un oggetto, un indumento o quant’altro, senza averne una vera necessità ,spiegano gli psicologi, non è solo un modo per passare il proprio tempo libero, ma un cercare nuove soddisfazioni quando non ci si sente del tutto appagati. Tutto ció peró può degenerare in una vera patologia. Un esempio è il celebre film “I love shopping”  dove la protagonista (Rebecca Bloomwood) cerca di disintossicarsi dalla mania dell’acquisto ,perché lo shopping rischia di rovinare la sua vita sociale.

Dagli studi infatti emerge che, stringere  tra le mani un nuovo paio di scarpe, sentire il dolce rumorino delle buste contenenti gli oggetti appena comprati, sprigionerebbe  nel nostro corpo, serotonina, una speciale sostanza prodotta nel cervello in grado di farci sorridere e affrontare meglio la giornata. Window shopping  è il termine inglese utilizzato per indicare il girovagare nei negozi , guardar vetrine senza necessariamente fare acquisti, abitudine che tende a rallegrare.

Sempre in Inghilterra, da qualche anno  viene promossa la moda dello “shop til you drop” cioè: “comperare fino allo sfinimento”. Quindi donne, in mano le carte di credito,siamo giustificate.

Ti potrebbe interessare anche:

Aggiungi un commento

Informazioni sull’autore

Maria Olga Caterina Greco
Questo articolo è stato scritto il 04/09/2013